21 giorni senza zucchero

Sui social è molto di moda e forse anche a te è venuta voglia, o lo hai già fatto in passato, di provare la cosiddetta ‘sfida senza zucchero’.

Questa challenge prevede di non consumare cibi con zuccheri aggiunti, escludendo quindi quelli presenti naturalmente negli alimenti.

Lo zucchero è al centro di molti dibattiti perché, se da un lato il nostro organismo ne ha bisogno, dall’altro è vero che a causa di un’industria alimentare che ci allontana sempre di più dai cibi non elaborati, finiamo per consumarne molto di più di quello necessario.

Abbiamo scoperto infatti, che lo zucchero non è presente solo in alcuni cibi nei quali viene facile pensare di trovarlo come, ad esempio, le merendine, ma è anche ‘nascosto’ in alimenti che suonano salutari, come la salsa di avocado.

Oggi non voglio però soffermarmi troppo sulla questione alimentare in sé, ma dirti che dopo aver provato questa famosa sfida, Michael ed io siamo giunti ad alcune conclusioni inaspettate.

 

 

 

Io avevo già provato in passato ad eliminare lo zucchero, lui mai, ed ha iniziato pensando di avere una dipendenza da questo alimento.

Abbiamo detto: “Facciamolo insieme, sarà ancora più efficace!” E siamo partiti verso il supermercato armati di tempo per leggere attentamente le etichette e l’idea di tenere duro 21 giorni, per poi vedere cosa sarebbe successo.


Morale, dopo una sola settimana abbiamo deciso entrambi di interrompere la sfida.

Sconfitta? 

Affatto. 


Siamo entrambi molto soddisfatti di come è andata, perché ci ha aiutato a scoprire qualcosa in più sulle nostre abitudini alimentari, e ci ha fatto giungere a conclusioni importanti relative al fatto di inserire abitudini ‘radicali’ nella vita di una persona.

 

Se vuoi saperne di più e scoprire come mai non siamo arrivati in fondo ai 21 giorni, ti invitiamo a guardare questo video.

Condividi

Lacia un commento

avatar

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart